Carta CabelPay

Cabel, Network di Servizi Bancari, nasce nel 1985 grazie all’unione di alcune Casse Rurali con delle associazioni di artigiani toscani.


Banner_Amazon Optical 468x60

Dal 2011 ha messo sul mercato la carta Cabelpay, una carta di credito molto versatile, valida sul circuito Mastercard.

La carta si può richiedere in molte banche tra cui la Banca di Fornacette, Banca di Castagneto, Banca di Cambiano.

In un unica carta si ritrovano le caratteristiche di un tradizionale conto corrente e la comodità di una carta di credito internazionale.

Cabelpay non vuole essere una carta ricaricabile o una carta revolving, ma una carta che riesce a soddisfare le più svariate esigenze legate ai movimenti di denaro.

Il costo della carta è pari a zero e non ci sono spese relative al canone mensile o il costo legato all’imposta di bollo.

Caratteristiche generali della Cabelpay:

–       massimo versamento di 10.000 euro

–       durata di 5 anni

–       la carta costa 10 euro, ma fino al 31 ottobre 2012, la carta è gratuita

–       i prelievi sono gratuiti nelle banche convenzionate

–       0,25 € i bonifici online

Cabelpay funziona come conto corrente, dove il cliente può effettuare incassi e pagamenti senza dover sostenere dei costi mensili.

E’ possibile accreditare direttamente lo stipendio o la pensione e far addebitare, tramite RID, tutte le bollette; come la maggior parte di conti, anche Cabelpay permette di ricaricare il cellulare, saldare i costi di bollo o del canone televisivo

Cabelpay come carta di credito ha numerosi vantaggi, tra cui quello di richiederla senza dover essere in possesso di un conto corrente; è pensata anche per essere aperta da studenti o minorenni anche al di sotto dei 14 anni.

Per ogni transazione eseguita con Cabelpay, il cliente aumenta i punti con i quali si accede a moltissimi premi.

 

Ti serve un prestito? Richiedi un appuntamento in una filiale Compass!

Conti correnti in evidenza:
Conto corrente Arancio di Ing Direct
Conto corrente My Genius di UniCredit

Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Devi essere collegato per poter lasciare il tuo commento Collegati