Conti deposito: cosa valutare

Un conto deposito è un particolare conto corrente bancario che consente di ottenere degli interessi più alti rispetto a quelli tradizionali.


Banner_Amazon Optical 468x60

Un conto deposito è, nella maggior parte dei casi, collegato al conto corrente personale e viene usato come investimento.

La maggior parte non prevede dei costi di gestione e ha alcune limitazioni; infatti non si può prelevare denaro con la stessa procedura di un conto personale ma si debbono attendere le tempistiche stabilite al momento del contratto di apertura.

I rendimenti dei conti deposito sono alti perchè le banche prevedono degli interessi superiori, soprattutto se si sceglie di tenere vincolati i soldi per un certo periodo di tempo.

Per scegliere il miglior rendimento del conto deposito, si devono valutare una serie di parametri che ne stabiliscono l’effettivo guadagno.

Le voci da considerare sono:

–       tasso di interesse applicato, ovvero la percentuale di interessi che viene ragionata sull’interesse lordo

–       il tasso di interesse effettivo che è il tasso netto che viene calcolato escludendo le tasse e che considera anche la modalità di pagamento e le tempistiche

–       la modalità di calcolo degli interessi; ogni banca applica un metodo soggettivo e gli interessi possono essere riconosciuti ad intervalli regolari, oppure gli stessi interessi possono essere reinvestiti e maturano successivamente.

Tutti questi parametri sono fondamentali per considerare un buon conto deposito. Le banche, per prendere nuovi clienti, offrono loro delle condizioni molto vantaggiose all’inizio; spesso, però, queste condizioni decadono dopo un breve periodo ed il consumatore potrebbe ottenere un conto deposito con un rendimento non ottimale.

Il consumatore può sempre decidere di cambiare banca.

 

Ti serve un prestito? Richiedi un appuntamento in una filiale Compass!

Conti correnti in evidenza:
Conto corrente Arancio di Ing Direct
Conto corrente My Genius di UniCredit

Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Devi essere collegato per poter lasciare il tuo commento Collegati