Rendimenti conto deposito

I rendimenti dei conti deposito sono sostanzialmente i guadagni che si ottengono quando si “blocca” il capitale per un certo periodo di tempo.


Banner_Amazon Optical 468x60

Il conto deposito è un tipo di investimento che generalmente non comporta grandi rischi ma offre dei tassi di interesse maggiori di un conto corrente personale. Le spese di gestione sono spesso assenti e la sua apertura è vincolata ad un conto corrente tradizionale; i prelievi sono vincolati a tempistiche stabilite.

Il rendimento di un conto deposito è determinato da una proporzione tra il tasso di interesse lordo, la ritenuta del 27% delle tasse e le spese accessorie.

Le banche presentano al cliente quasi sempre il tasso lordo; per comprendere quale conto deposito sia migliore, si deve verificare l’effettivo valore del tasso netto.

Parlando di tasso netto, si possono trovare dei conti deposito con tassi di interesse pari all’1% fino ad arrivare anche al 2%.

Quando si sente parlare di tassi di interesse al 3%, generalmente sono promozioni che vengono riservate ai nuovi contocorrentisti; dopo un tot di tempo, i tassi si riallineano a quelli della banca stessa.

Maggiore è la durata della giacenza del denaro e maggiore saranno gli interessi. La capitalizzazione può partire dai 3 mesi e arriva a 12 mesi.

Alcune banche propongono dei tassi maggiori se la somma da depositare supera la cifra di 15.000 euro.

I rendimenti maggiori sono della Mediolanum, se si possiede un capitale abbastanza consistente, e della Banca Carige.

Ogni banca propone le proprie capitalizzazioni di denaro ed è consigliabile richiedere vari preventivi prima di scegliere il conto deposito migliore.

 

Ti serve un prestito? Richiedi un appuntamento in una filiale Compass!

Conti correnti in evidenza:
Conto corrente Arancio di Ing Direct
Conto corrente My Genius di UniCredit

Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Devi essere collegato per poter lasciare il tuo commento Collegati