Finanziamenti Imprenditoria Femminile

FINANZIAMENTI PER L’IMPRENDITORIA FEMMINILE

La legge 215/92 favorisce la costituzione di attività lavorative femminili. Attraverso dei finanziamenti per l’imprenditorialità femminile, per le donne sarà possibile avere un aiuto per la creazione di nuovi posti di lavoro.

Le caratteristiche principali delle attività che potranno beneficiare di questi finanziamenti sono:

–       un’azienda o ditta di proprietà di una donna

–       una cooperativa dove la percentuale delle donne lavoratrici deve essere di almeno il 60%

–       una società di capitali in cui, nell’amministrazione, siano presenti almeno 2/3 di donne

La legge si rivolge a piccole realtà lavorative che prevedono meno di 50 dipendenti. Le attività possono essere già esistenti o in via di formazione. Il fatturato previsto non potrà superare il tetto dei 6 milioni di euro.

I finanziamenti per l’imprenditoria femminile saranno in parte a fondo perduto e una parte di capitale dovrà essere restituito, con degli interessi agevolati, in un massimo di 10 anni.

Nel caso un finanziamento venga erogato, il denaro sarà liquidato in due tempi:

–       il 30% subito

–       il restante dopo aver dimostrato che il progetto lavorativo presentato è stato portato a termine

E’ possibile richiedere il finanziamento per:

–       aprire una nuova attività lavorativa

–       supportare la crescita di un’azienda già esistente

–       acquistare macchinari o attrezzature che migliorino il livello qualitativo

La richiesta di finanziamento si fa attraverso degli appositi moduli previsti dal Ministero delle Attività Produttive e dovranno essere compilati; la compilazione comporta la veridicità dei dati inseriti e l’obbligo di mantenere intatto il progetto per un minimo di 5 anni dalla concessione del finanziamento agevolato.

Ti serve un prestito? Richiedi un appuntamento in una filiale Compass!

Conti correnti in evidenza:
Conto corrente Arancio di Ing Direct
Conto corrente My Genius di UniCredit

Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Devi essere collegato per poter lasciare il tuo commento Collegati