Piano di accumulo

Un piano di accumulo è una forma di piccolo investimento in fondi comuni e che garantiscono un guadagno senza esporsi troppo economicamente.


Banner_Amazon Optical 468x60

Come funzionano i piani di accumulo?

Mensilmente, il consumatore effettua un piccolo versamento di denaro che va a depositarsi su diversi prodotti finanziari.

I prodotti tra cui scegliere sono titoli di Stato, azioni od obbligazioni.

La somma mensile viene stabilita all’apertura del fondo di investimento e si basa sulla somma finale che si intende raggiungere.

Normalmente i piani di accumulo non hanno degli alti gradi di rischio, ma il consumatore può anche optare per una classe di rischio superiore. Più la classe di rischio è alta e maggiore potrebbe essere il guadagno alla fine del periodo di versamento; ovviamente il rischio di andare in perdita aumenta.

Il vantaggio di un piano di accumulo sta nel poter scegliere l’entità del versamento mensile, che può essere anche piccolo; il vantaggio maggiore è quello di veder crescere il proprio investimento senza dover fare dei sacrifici economici.

A seconda della banca che si sceglie, si potrà godere di alcune agevolazioni come quella di poter interrompere i pagamenti mensili in un qualunque momento, senza dover pagare alcun penale; è possibile anche ri- contrattare la periodicità delle rate o la durata dell’investimento.

Al momento della stipula dell’investimento, sul contratto viene indicato il tempo minimo entro cui il consumatore potrà prelevare il denaro anche se non ha terminato il periodo totale di versamento.

In poche parole un piano di accumulo non è altro che un investimento di una somma di denaro che, invece di darla tutta in un unica soluzione, viene data in piccole rate. In questo modo il rischio è diluito nel tempo e, anche se il fondo di investimento decresce, la perdita è minore.

 

Ti serve un prestito? Richiedi un appuntamento in una filiale Compass!

Conti correnti in evidenza:
Conto corrente Arancio di Ing Direct
Conto corrente My Genius di UniCredit

Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Devi essere collegato per poter lasciare il tuo commento Collegati