Tan e Taeg

Spesso molte persone hanno dubbi quando si tratta di valutare un prestito o  un


Banner_Amazon Optical 468x60

finanziamento, ma da un po di tempo è obbligatorio per legge indicare sempre le condizioni
contrattuali, che sono appunto definite nelle due sigle TAN e TAEG.
TAEG:
Il TAEG, più completo, include nel calcolo tutti gli oneri:
le spese per l’apertura dell’istruttoria della pratica
i costi d’intermediazione
i costi di assicurazioni obbligatorie sul finanziamento
oneri accessori
Ed è la presenza di questi oneri che inciderà sul finanziamento
Non rientrano invece nei parametri che incidono sul TAEG :
bolli statali tasse assicurazioni non obbligatorie

Il TAEG è il tasso da osservare meglio perché comprende, oltre agli
interessi, anche le spese accessorie ed è quindi maggiore del TAN.
TAEG significa “tasso annuo effettivo globale”.Il TAEG (che ora si chiama ISC = Indice
Sintetico di Costo) è espresso in percentuale ed indica il costo complessivo del
finanziamento che andiamo a sottoscrivere.
Quindi il tasso che andremo a pagare quando stipuliamo un prestito è il TAEG o ISC (che
comprende sempre e comunque il TAN).
Il calcolo di TAN e TAEG avviene in misura fissa su base annua.
TAN:
O tasso annuo nominale, è il tasso di interesse annuo del finanziamento, che si applica
all’importo lordo del capitale erogato (ovvero l’importo del prestito più le spese che vengono
dette accessorie). Il TAN è la quota interessi su ogni rata, calcolata tenendo conto
dell’ammontare finanziato e della durata del prestito, e dunque determina la rata da
rimborsare fino alla fine del finanziamento

Ti serve un prestito? Richiedi un appuntamento in una filiale Compass!

Conti correnti in evidenza:
Conto corrente Arancio di Ing Direct
Conto corrente My Genius di UniCredit

Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Devi essere collegato per poter lasciare il tuo commento Collegati