Chiedere un prestito senza lavoro fisso

Abbiamo già affrontato il problema di richiedere un prestito personale senza prestare alcuna garanzia, la cessione del quinto dello stipendio. Problema ben diverso è invece quello di richiedere un prestito personale senza avere una busta paga, tipo lavoratori autonomi o professionisti, oppure per quella categoria di persone che hanno delle occupazioni con redditi non documentabili, come ad esempio quelle persone che hanno dei lavori temporanei o da lavori non inquadrabili all’interno di un contratto subordinato a tempo indeterminato. Soprattutto parliamo di quelle persone che lavorano a percentuale.


Banner_Amazon Optical 468x60

Le finanziarie, una volta constatato il reale rapporto di lavoro, potrebbero anche fare a meno della busta paga, optando per l’assenza di certificazione occupazionale.

Altro discorso è invece il cosiddetto prestito vitalizio. Questa tipologia particolare di finanziamento è rivolta soprattutto a persone comprese fra 60 e 65 anni che hanno un immobile di proprietà. La finanziaria infatti, può iscrivere una garanzia ipotecaria sull’immobile stesso. L’importo erogabile in genere non supera il 60% del valore periziato dell’immobile posto a garanzia.

Al decesso del richiedente, gli eredi potranno riscattare l’immobile, estinguendo il prestito, oppure vendere l’immobile per estinguere il finanziamento. Ci sono tante finanziarie che fanno questo tipo di prestito personale, alcune delle quali sono ricercabili comodamente online.

Ti serve un prestito? Richiedi un appuntamento in una filiale Compass!

Conti correnti in evidenza:
Conto corrente Arancio di Ing Direct
Conto corrente My Genius di UniCredit

Sia i commenti che il pings sono chiusi.

Commenti terminati