Prestiti delega e approfondimenti

Tra le molte modalità di prestiti non finalizzati esistono i prestiti delega. I prestiti delega si possono paragonare ai prestiti tramite la cessione del quinto dello stipendio. Infatti i prestiti delega funzionano nello stesso modo


Banner_Amazon Optical 468x60

:- sono prestiti rivolti ai dipendenti o pensionati, sia del settore pubblico che di quello privato;

– si può richiedere un prestito non finalizzato, ovvero non vengono richieste le motivazioni;

– la restituzione della somma richiesta avviene tramite trattenuta diretta sullo stipendio mensile;

– la cifra massima che si può richiedere è di 50.000;

– la restituzione ha come limite 120 mensilità, ovvero dieci anni;

– non sono richieste garanzie, ma solo la busta paga che fungerà da garante;

– il TFR sarà un’ulteriore garanzia qualora il richiedente non fosse più in grado di pagare il restante debito;

– si è obbligati ad aprire delle polizze assicurative sulla vita e in caso di perdita del lavoro e quindi dell’impossibilità di pagare;

– sono prestiti a cui possono accedere i protestati o i cattivi pagatori, perchè non vengono fatti controlli sulla banca dati dei prestiti.
Una delle poche differenze è che il prestito delega si può richiedere anche se sulla busta paga sono attivi altri prestiti, come appunto la cessione del quinto.

Quindi aprendo un prestito delega, si può arrivare a decurtare dallo stipendio fino a 2 quinti, comprendendo anche il prestito con la cessione del quinto. Per ottenere un prestito delega, il richiedente dovrà affidarsi alla decisione del datore di lavoro. Il datore potrà infatti rifiutarsi e negare la decurtazione dalla busta paga.

 

Ti serve un prestito? Richiedi un appuntamento in una filiale Compass!

Conti correnti in evidenza:
Conto corrente Arancio di Ing Direct
Conto corrente My Genius di UniCredit

Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Devi essere collegato per poter lasciare il tuo commento Collegati