Prestiti per lo studio

Se in Italia studiare è un diritto, spesso questo diritto diventa un onere per le famiglie.


Banner_Amazon Optical 468x60

Il caro scuola si fa sempre più pressante e a seconda dell’età dei propri figli, le famiglie si scontrano con delle spese scolastiche più o meno alte.

Sono cosi molte le famiglie o gli studenti stessi, che ricorrono ad un prestito per pagare gli studi ed i materiali scolastici. Da alcuni studi di settore, risultano essere più di 40.000 le famiglie che ogni anno ricorrono a prestiti per lo studio; allarmante è la cifra media che viene richiesta che è di circa 10.000 euro procapite.

Molte regioni italiane favoriscono lo studio promuovendo delle borse di studio o un piccolo contributo economico per l’acquisto dei libri base. Va ricordato che i libri di testo delle scuole elementari sono distribuiti a titolo gratuito a tutti coloro che frequentano.

Purtroppo si tratta sempre di contributi minimi che non coprono il costo effettivo di studio.

Per questo motivo le banche o le finanziarie promuovono diverse tipologie di prestiti che si adattano alle esigenze di studio e dell’età dello studente.

La BCC Picena, del Credito Cooperativo, propone un prestito di 500 euro, a tasso zero, per acquistare tutti gli strumenti scolastici; il rimborso del prestito è distribuito in 10 rate mensili.

 

La Banca Marca concede un prestito di 600 euro, sempre senza interessi da restituire in 12 rate mensili di 50 euro cadauno. Non sono previste spese di apertura o simili ed inoltre si può richiedere il prestito sia per spese di studio da sostenere o per quelle che già si sono effettuate.

 

Ti serve un prestito? Richiedi un appuntamento in una filiale Compass!

Conti correnti in evidenza:
Conto corrente Arancio di Ing Direct
Conto corrente My Genius di UniCredit

Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Devi essere collegato per poter lasciare il tuo commento Collegati