Prestiti per spese mediche

In Italia la sanità è pressoché gratuita e questo è un diritto che la maggior parte dei paesi non ha.


Banner_Amazon Optical 468x60

Purtroppo il mal funzionamento o le lunghe liste di attesa possono rendere questo diritto un vero e proprio incubo.

La questione diventa drammatica quando si debbono affrontare degli interventi difficili o visite mediche specialistiche.

A salvare la situazione ci pensano i prestiti per le spese mediche e cure che permettono di scegliere con tranquillità lo specialista o la clinica a cui rivolgersi.

Attraverso una dilazione, il richiedente potrà pagarsi le cure mediche con rate mensili, senza dover avere tutta la somma.

Spesso i prestiti per spese mediche vengono richieste anche nel caso di gravidanze; accade infatti che si voglia partorire in un determinato ospedale e ricevere determinati supporti medici, come un’ostetrica privata. Con un prestito finalizzato, la neomamma potrà ricevere tutte le cure e l’assistenza che desidera.

I prestiti per cure mediche rientrano nella tipologia di prestiti finalizzati; è per questo che le finanziarie, oltre alla normale documentazione possono richiedere anche un certificato medico che attesti la reale necessità di affrontare un intervento, un ricovero ospedaliero o una certa cura farmacologica.

Gli altri documenti da portare sono quello di identità, il codice fiscale, il Cud e l’ultima busta paga.

Per chi volesse richiedere un prestito per cure mediche, ma di carattere estetico, la maggior parte delle cliniche private ha aperto un collegamento diretto con delle finanziarie.

In questo modo il richiedente potrà dilazionare direttamente nella clinica il proprio trattamento.

Questa tipologia di prestito funziona come un prestito tradizionale, ovvero rate mensili che comprendono un interesse e una durata che viene stabilita al momento della richiesta.

 

Ti serve un prestito? Richiedi un appuntamento in una filiale Compass!

Conti correnti in evidenza:
Conto corrente Arancio di Ing Direct
Conto corrente My Genius di UniCredit

Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Devi essere collegato per poter lasciare il tuo commento Collegati