Prestiti scuole superiori e università

Un titolo di studio è ormai un “pezzo di carta” indispensabile per entrare nel mondo del lavoro.


Banner_Amazon Optical 468x60

Le spese scolastiche, che fino alle scuole medie inferiori, possono essere ancora gestite dalle famiglie italiane e dal loro reddito, diventano successivamente onerose.

Sia per le scuole superiori che per un corso universitario, i costi da sostenere aumentano notevolmente e sempre più spesso si ricorre a dei prestiti per consentire ai figli di terminare gli studi.

Non sono solo i genitori a fare richiesta di prestiti, ma gli stessi studenti, soprattutto universitari.

Vediamo nel dettaglio alcune banche che concedono prestiti finalizzati all’acquisto di materiale didattico.

La BNL presenta il suo Prestito per lo studio “diamogli credito”; la cifra massima richiedibile è di 6.000 euro da restituire in un massimo di 36 mensilità. Il tasso di interesse è ragionevole e non sono presenti le spese di istruttoria.

 

Intesa San Paolo si presenta con il prodotto Multiplo Scuola; la somma minima che si può richiedere è di 2.000 euro fino ad un massimo di 5.000 euro con un’estinzione di massimo 24 mesi.

Per fare un esempio, se si richiedono 5.000 euro da restituire in 2 anni, la rata mensile sarà di 220 euro circa, comprensiva di interessi.

 

Unicredit rivolge il suo prodotto agli studenti universitari; il suo è un finanziamento d’onore ovvero il denaro viene elargito per coprire le spese degli studi ma verrà restituito successivamente.

Durante tutto il corso di studi, lo studente non dovrà rimborsare il debito; finiti gli studi potrà decidere se chiedere due anni di proroga e pagare poi il prestito.

 

Ti serve un prestito? Richiedi un appuntamento in una filiale Compass!

Conti correnti in evidenza:
Conto corrente Arancio di Ing Direct
Conto corrente My Genius di UniCredit

Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Devi essere collegato per poter lasciare il tuo commento Collegati