Prestito bancario senza busta paga

 


Banner_Amazon Optical 468x60

La normativa dei prestiti esclude spesso la possibilità di accesso a chi non è in possesso di una busta paga.

Per poter richiedere un prestito senza busta paga, si dovrà cercare delle soluzioni alternative che, fortunatamente, molte banche propongono.

Si deve essere in possesso di almeno uno di questi requisiti:

–        Un immobile di proprietà. La banca ha la necessità di avere delle garanzie e una proprietà identifica una fonte di denaro a cui la banca attinge in caso di mancato pagamento del prestito. L’immobile viene ipotecato e sul valore immobiliare viene stabilita anche l’entità del prestito.

Se non si desidera ipotecare la proprietà e si percepisce un affitto da questo immobile, con regolare contratto, si può presentare questa entrata mensile come se fosse una busta paga. Il pagamento dell’affitto potrebbe costituire la garanzia di un entrata fissa.

–        Un cliente della banca, che ha un conto da molto tempo e ha sempre fatto dei cospicui versamenti, potrebbe ottenere un prestito, anche in assenza di busta paga o di una proprietà come garanzia. L’aver effettuato sempre dei versamenti, in qualche modo stabilisce dei precedenti positivi per il richiedente del prestito. In questo caso, anche chi lavora in nero, ha la possibilità di risultare un buon pagatore agli occhi dell’ente creditizio

–        Il richiedente potrebbe avvalersi di una terza persona che abbia la funzione di garante: Attraverso le garanzie che una terza persona può dare e quindi, anche attraverso la garanzia di responsabilità nel caso di non pagamento, si può ottenere un prestito senza busta paga. Il garante dovrà avere una busta paga o una proprietà.

 

In ogni caso è auspicabile un colloquio con la propria banca per verificare la presenza di altre occasioni di prestito senza busta paga.

 

Ti serve un prestito? Richiedi un appuntamento in una filiale Compass!

Conti correnti in evidenza:
Conto corrente Arancio di Ing Direct
Conto corrente My Genius di UniCredit

Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Devi essere collegato per poter lasciare il tuo commento Collegati