Prestito Inpdap con la cessione del quinto dello stipendio

L’ INPDAP è il secondo più importante istituto di previdenza sociale per i dipendenti pubblici in italia. Conta milioni di iscritti ed è dopo l’INPS, il secondo pilastro del sistema pensionistico. L’Inpdap offre molte opportunità a suoi iscritti e non solo quelli. Chiedere un prestito tramite cessione del quinto a questo istituto è possibile e vantaggioso, vediamo come fare.

Prestiti pluriennali diretti.


Banner_Amazon Optical 468x60

Chiedere dei prestiti personali all’Inpdap è molto facile ed i requisiti di ammissioni sono molto semplici. Analizziamoli insieme.

A chi si rivolge – L’Inpdap può cedere un prestito a tutte quelle persone che ne fanno richiesta, per far fronte a delle esigenze di qualsiasi genere. Possono accedere a questa opportunità tutti i dipendenti o pensionati pubblici che sono iscritti gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali. In poche parole è rivolto a tutte quelle persone che sono iscritti all’Inpdap.

Requisiti – Per richiedere la cessione del quinto dello stipendio tramite l’Inpdap, bisogna avere un contratto a tempo indeterminato da almeno quattro anni oppure per i pensionati aver versato almeno quattro anni di contributi. Per i titolari di contratto a tempo determinato, è possibile lo stesso accedere al prestito con la cessione del 5, l’importante è che il contratto abbia una durata non inferiore ai tre anni.

Durata – La durata del prestito non può essere superiore ai 120 mesi, ovvero 10 anni.

Come funziona – La rata mensile del prestito, non può essere superiore al 20% dello stipendio netto percepito dal dipendente o dal pensionato. La rata mensile viene automaticamente trattenuta dallo stipendio. Le rate del prestito partono dal secondo mese successivo l’erogazione del finanziamento stesso.

Interessi – Su questo particolare tipo di prestito vendono applicare i seguenti tassi di interessi : tasso di interesse nominale annuo 3,50%, spese di amministrazione 0,50% e il premio fondo rischi che varia a seconda della durata del finanziamento inpdap.

Come fare domanda.

Per fare domanda bisogna avere la modulistica Inpdap, che è possibile reperire nelle sedi provinciali oppure scaricabili direttamente dal sito ufficiale dell’ente. Alla domanda devono essere allegati la seguente documentazione :

  • documentazione attestante lo stato di bisogno e l’eventuale spesa a seconda della motivazione;
  • Un certificato medico di sana costituzione rilasciata da un medico della ASL o di una struttura statale.

Comunque il regolamento completo lo potete trovare sul sito ufficiale dell’Inpdap (inpdap.it).
Nel caso si hanno cessioni del quinto già accesi, richiederne un altro è possibile solo nel caso siano trascorsi due anni dall’erogazione del primo con una durata di 5 anni, e 4 anni nel caso i prestiti abbiano una durata di 10 anni.

Ti serve un prestito? Richiedi un appuntamento in una filiale Compass!

Conti correnti in evidenza:
Conto corrente Arancio di Ing Direct
Conto corrente My Genius di UniCredit

Sia i commenti che il pings sono chiusi.

Commenti terminati