Prestito vitalizio ipotecario per gli over 65 con una casa

E’ una formula di finanziamento riservata alle persone con piu’ di  65 anni ed è  anche chiamata Prestito Vitalizio Ipotecario.


Banner_Amazon Optical 468x60

Il prestito vitalizio è un finanziamento ipotecario a lungo termine, con la copertura data dalla prima ipoteca iscritta su un bene immobile

Coloro che sono proprietari di un immobile possono ricevere dal 20 al 50% del valore della casa stessa , questo dipende dall’età dei richiedenti il finanziamento.Se hanno meno di 70 anni  possono  ricevere il 20%, se sopra i 90 anni anche il 50% ;il minimo erogabile è di 32.000 €, il massimo è di 350.000€(cifra variabile).

Quindi non c’è obbligo del rimborso del prestito, fino a che il beneficiario è in vita.

Poi cosa succede?Gli interessi si capitalizzeranno (anatocismo) e aumentarà  negli anni,la somma dovuta alla Banca.

Il debito dovrà  essere rimborsato entro i 12 mesi, successivi alla scomparsa dell’intestatario del prestito,questo tipo di  finanziamento non prevede il consenso degli eredi,e viene proposto come una risposta al sistema previdenziale italiano

Gli eredi potranno,dopo la scomparsa di colui che ha chiesto il finanziamento, estinguere il debito in tre modi:

pagandolo a rate,chiedendo alla propria Banca un mutuo  per  conservare l’immobile;

vendendo la casa e la differenza andrà agli eredi;

rinunciando all’eredità e  facendo vendere l’immobile alla Banca,che dopo aver saldato il mutuo,verserà la differenza agli eredi

Se l’ammontare del mutuo,alla scomparsa dell’intestatario,supera il valore dell’immobile,il debito non passerà agli eredi e la differenza rimarrà a carico della Banca.

Il primo prestito vitalizio bancario è stato proposto nel maggio del 2007 da Monte dei Paschi di Siena, che lo ha inserito nelle varie proposte di finanziamento con il nome PrestiSenior

Ti serve un prestito? Richiedi un appuntamento in una filiale Compass!

Conti correnti in evidenza:
Conto corrente Arancio di Ing Direct
Conto corrente My Genius di UniCredit

Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Devi essere collegato per poter lasciare il tuo commento Collegati